Kavinsky “guida” Drive con Nightcall

Febbraio: San Valentino, Carnevale… ma è anche il mese degli Oscar. Oscar per la miglior regia, miglior film, miglior attore, ma anche per la migliore colonna sonora e canzone in un film. A questo punto perché non dare spazio in questo blog a canzoni e colonne sonore?

Locandina del film "Drive"

Locandina del film "Drive"

Vorrei inaugurare questo nuovo spazio parlando di “Drive”, un film diretto da Nicolas Winding Refn e basato sull’omonimo romanzo di James Sallis, vincitore al festival di Cannes 2011 del premio per la miglior regia. Nel cast figurano, oltre a Brian Cranston (Breaking Bad),  Ryan Gosling, famoso per aver interpretato il ruolo principale nella serie telvisiva Young Hercules, e Carey Mulligan. Il protagonista (Gosling)  lavora come stuntman, meccanico ed arrotonda il suo stipendio come autista per piccole di bande di criminali fino a che gli viene offerto un posto da pilota in una nuova squadra del NASCAR. Nel frattempo una giovane donna con un figlio si trasferisce accanto al nostro pilota e sembra subito nascere qualcosa tra i due fino a quando il marito della donna, appena uscito di galera, torna a casa. Tuttavia quest’ultimo chiede aiuto al protagonista perchè ha bisogno di soldi per pagare la “protezione” avuta in carcere a degli strozzini.Gosling si ritrova così all’interno di una lotta intestina alla mafia italiana del luogo… Non voglio svelarvi oltre ma lasciatevi dire che questo film merita tantissimo.

Oltre ad una trama avvincente, il film gode di un magnifico accompagnamento della colonna sonora, la quale spadroneggia in alcune scene, evitando l’insorgere della noia allo spettatore ed amplificando l’immedesimazione nel personaggio protagonista, un duro che parla solo quando necessario preferendo esprimersi tramite lunghi silenzi.

Le tracce più significative della colonna sonora sono senza dubbio ” A real hero” dei College feat. Electric Youth, ma soprattutto la stupenda “Nightcall” di Kavinsky. Kavinsky in versione animeQuest’ultimo è un dj che dice di essere morto in un incidente nel 1986 mentre stava guidando la sua Testarossa e di essere riapparso nel 2005 come zombie. La sua storia è narrata nel videoclip di una sua hit,  “Testarossa Autodrive“.  Grazie alle sonorità anni ’80 sulle quali è basata sia la canzone che lo stile di Kavinsky, essa, ha fatto conoscere ed apprezzare il dj francese in tutto il mondo, tanto che ha potuto aprire i concerti dei supremi Daft Punk nel loro ultimo tour “Alive 2007”.

Se dovessi scegliere a chi assegnare l’Oscar per la miglior canzone in un film lo assegnerei senza dubbio a Kavinsky e alla sua “Nightcall”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...